• Home
  • Amalgama dentale

Amalgama dentale

L’amalgama dentale è un composto di mercurio liquido al 45-50% e una lega di polvere di argento, stagno, rame, zinco.
Mercurio è senz’altro il più tossico, ma non va sottovalutata neanche la lega. Non è volatile come Hg, ma effonde ugualmente, dalle superfici dei denti dove l’amalgama è incastonato, per abrasione e corrosione continuo, usura…
La quantità di mercurio varia secondo la grandezza della cavità dove si inserisce l’otturazione.
Una dose di amalgama contiene fine 440 mg di mercurio, così il numero di molecole di mercurio è diciannove cifre: 1 trilione 321 biliardi 109 bilioni e 486 mila miliardi, 1.321109.486.400.000.000. Il numero aumenta secondo il numero di denti otturati e può arrivare a 5 o 6 trilioni di molecole.
(Il calcolo delle molecole in un microgrammo è di Aldo Sacchetti, medico igienista, scienziato)
La dose letale del mercurio, (DL50 in grado di uccidere il 50% di cavie a breve termine), è 1 grammo.

L’accumulo tossico è continuo, la rimozione lo riduce ma i tempi di disintossicazione sono lunghi, perché Mercurio e gli altri metalli non si eliminano in una volta sola. Spesso si ripresentano, tanto sono profondi nei nostri tessuti.

http://www.aiob.it/2014/10/25/atti-congresso-2003/